Privata mente

Hai guadato il fiume
E sei di là
Tra gli altri
Qualunque

A lanciare coltelli
A dimenticare istanti
A sputare inchiostro
A condannare noi

Mi guardi ora
Mi chiami
Amore
Senza voce

Ma non vedrai più me
Né il neo
Che non hai visto
Nel presente

Non udirai la mia voce
Né più la musica
Che non hai sentito
Fino a ieri

Privatamente
Nessun me è più tuo
Mi vedrai dalla folla
Solo e vero

(© Paolo Izzo)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...