Malandata dal mio mondo

La caverna delle mani

era la cantina delle voci

dove hai cantato

 

Il fiore dei capperi

era il filo di fumo

che ho soffiato

 

Le corse a cavallo

il cappio al collo

dei capelli tagliati

 

I sorrisi sprecati

il sogno ricorrente

di un incubo

 

Se ti fermi un istante

scorreranno come

sequenze

e le chiameremo

un giorno:

conseguenze

 

© Paolo Izzo

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...