Intuizione di mare

Un’estate
strappata dall’anno
è vuoto a perdere
di giovinezze
irripetibili.

Ascolti conchiglie
mute
e cammini
sul fondo prosciugato
di un mare intuito
appena.

Le mani
lasciano.

Ci vuole
un’artista,
che riempia
d’invisibile
i perduti spazi.

(© Paolo Izzo)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...