“Nun c’è trippa pe’ gatti” al Comune di Roma. La battaglia (quasi) solitaria del consigliere radicale Magi

Magi unchained“Nun c’è trippa pe’ gatti”: fu Ernesto Nathan, sindaco di Roma dal 1907 al 1913, tanto che proprio oggi ricorre il centenario della fine della sua esperienza di Primo cittadino della Capitale, a scrivere la frase nel 1907 quando, per problemi di bilancio, dovette tagliare i fondi per le frattaglie destinate ai gatti “comunali”. Da quel giorno la colonia felina di Roma, nutrita ufficialmente allo scopo di debellare la città dai topi che rosicchiavano l’archivio capitolino, dovette cavarsela da sola nel procacciare il proprio sostentamento. Questa frase, che è diventata un famoso detto romanesco, recentemente l’aveva spiegata il sindaco Ignazio Marino al suo omologo di Firenze, Matteo Renzi, in una passeggiata settembrina ai Fori imperiali.

Fino a stanotte, in Campidoglio, il consigliere radicale Riccardo Magi sembra aver ripetuto la stessa cosa ai suoi colleghi, chiedendo – e avendolo fatto egli stesso per primo – che rinunciassero alla cosiddetta “legge mancia”, con cui a ogni cambio di amministrazione i consiglieri si sono autodestinati ingenti “frattaglie” di denaro per finanziare questa o quella associazione a essi legata.

Per questa battaglia nonviolenta, Magi ha rischiato e sta ancora rischiando l’isolamento, persino ricevendo delle calunnie e nemmeno tanto velate minacce, come già dimostrava un articolo del Messaggero del 5 dicembre, riportando la dichiarazione di un non meglio precisato esponente del Partito democratico, secondo cui il radicale avrebbe fatto la sua denuncia contro gli sprechi del Comune, per «motivi inconfessabili». Ed è stata questa – per il resto, un ostinato silenzio – una delle reazioni del Pd consiliare capitolino alla denuncia di Magi e anche a una nostra lettera aperta a militanti ed esponenti democratici in cui chiedevamo, forse ingenuamente, che si schierassero invece con lui, come aveva fatto subito, per esempio, il consigliere del M5S Marcello De Vito.

Per noi dell’associazione Radicali Roma, infatti, che Ernesto Nathan l’abbiamo eletto come simbolo delle nostre tessere e bandiere, Riccardo – nostro ex Segretario e che da anni lotta con noi proprio per la trasparenza e la legalità delle istituzioni capitoline – quella battaglia quasi solitaria la sta conducendo per un unico motivo e proprio in linea con il pensiero e l’azione dell’antico sindaco di Roma e con le promesse di quello attuale: “Nun c’è trippa pe’ gatti”, ovvero non sono più permessi sprechi di risorse pubbliche, per chi voglia fare i propri interessi clientelari a scapito dei cittadini romani in un momento di crisi economica come quello attuale.

A poche ore dall’approvazione del bilancio in Campidoglio, avvenuta questa notte senza quella “manovrina d’aula” che ritenevamo inaccettabile, già si tramuta quella realtà impedita da Magi in una sua “idea fantasiosa”. Ma basta parlarne in ambienti del Comune per rendersi conto della portata dell’iniziativa del Consigliere radicale: assessori e alti dirigenti si stanno congratulando perché è la prima volta che gli “oboli” non vengono elargiti.

Un nodo… di “trippa” è stato dunque sciolto dall’implacabile azione nonviolenta di Riccardo invece che essere stretto ancora più forte, tanto da renderlo inestricabile, con la compiacenza e la connivenza dei più.

Paolo Izzo,
Segretario di Radicali Roma

n.b. alcune dichiarazioni da questo testo, pubblicato il 9 dicembre anche su Notizie Radicali, sono state riprese da Andrea Spinelli Barrille per un articolo su 06 blog di ieri sera; l’immagine è una creazione di Alessandro Capriccioli.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...