Commissione europea / Radicali: inviata denuncia sull’acqua all’arsenico

arsenicoDichiarazione di Massimiliano Iervolino, membro della Direzione nazionale di Radicali italiani, e di Paolo Izzo, segretario dell’associazione Radicali Roma

«La qualità dell’acqua potabile è disciplinata a livello europeo dalla direttiva 98/83/CE. Gli Stati membri hanno l’obbligo di controllare costantemente questi parametri, di informare la cittadinanza e di sottomettere una relazione alla Commissione ogni tre anni sull’attuazione degli obblighi previsti. I valori limite di 10 µg/l per l’arsenico, di 1 mg/l per il boro e di 1,5 mg/l per il fluoruro – fissati nella parte B dell’allegato I della direttiva 98/83/CE – mirano ad assicurare che le acque destinate al consumo umano possano essere consumate in condizioni di sicurezza nell’intero arco della vita. La stessa direttiva stabilisce all’articolo 9, paragrafi 1 e 2, che gli Stati membri possono concedere un massimo di due deroghe e possono chiedere alla Commissione una terza eccezione. L’ultima deroga, per alcuni comuni, è scaduta il 31/12/2012 e prevedeva un valore massimo di Arsenico pari a 20 µg/l. Nonostante siano passati ormai sedici anni dall’approvazione della Direttiva europea, in alcuni comuni del Viterbese si denunciano gravi ritardi nella realizzazione di impianti di potabilizzazione, tanto è vero che in diversi territori si registrano valori di arsenico molto più elevati dei limiti sopracitati. Ma non è stata solo la provincia viterbese ad aver subito notevoli ritardi negli interventi, tant’è che il Sindaco di Roma, Ignazio Marino, il 21 febbraio del 2014, ha emanato l’ordinanza n. 36 avente per oggetto: «divieto di utilizzo dell’acqua proveniente dagli acquedotti rurali ARSIAL (Agenzia Regionale per lo Sviluppo e l’Innovazione in Agricoltura) per il consumo umano con particolare riferimento all’emergenza arsenico nelle more che siano collegati alla rete ACEA ATO2 S.p.A.». Tale ordinanza è conseguente all’effettuazione di apposite analisi da parte della ASL Roma C che hanno evidenziato che gli acquedotti di cui trattasi presentano acqua con caratteristiche chimiche e batteriologiche non adatte al consumo umano a causa del superamento dei valori di parametro prescritti di cui al D.Lgs 31/2001».
«Questi sono solo alcuni dei motivi che, oggi, ci hanno spinto a presentare una dettagliata denuncia alla Commissione europea per i superamenti dei valori limite di 10 µg/l per l’arsenico fissati nella parte B dell’allegato I della direttiva 98/83/CE. Nel testo che abbiamo sottoposto a Bruxelles vengono riportati i dati dell’Arpa Lazio (relativi agli anni 2010 – 2011- 2012) dei comuni il cui valore medio della concentrazione di arsenico è risultato superiore al valore soglia di 10 µg/l previsto dalla normativa. Sono stati allegati, inoltre, i valori dei comuni della Provincia di Viterbo, aggiornati ad aprile 2014; per di più è stata denunciata la grave situazione di alcuni quartieri di Roma. V’è da aggiungere, infine, come l’informazione alla cittadinanza su questa materia sia molto carente, tanto è vero che i dati dell’arsenico nell’acqua rintracciabili sul sito dell’ARPA Lazio risalgono all’anno 2012 e lo stesso sito istituzionale non fornisce nessun rendiconto né per il 2013, né tanto meno per l’anno 2014. Lo stesso comportamento omissivo vale per le Asl (Azienda sanitaria locale), a eccezione di quella di Viterbo che invece fornisce i dati per l’anno 2014. Questa mancanza di trasparenza è stata segnalata alla Commissione europea per la violazione della Direttiva europea 2003/4/CE, sull’accesso del pubblico all’informazione ambientale, in particolare per quanto prevedono gli articoli 1 lettera b e 7 commi 1 e 4».

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...