RomaReport – Finalmente è caduto il muro di Ostia. Due varchi restituiscono il mare ai cittadini

brecciareportAbbattuto un muretto di cinta e rimosso un cancello chiuso. Il tutto sotto gli occhi vigili del gabinetto del Sindaco, dei tecnici del X Municipio, della polizia di Roma Capitale e della polizia di Stato

Il lungomuro di Ostia comincia a cedere. La lunga muraglia di cemento combattuta per anni da ambientalisti e cittadini perché colpevole di nascondere la visuale del mare e il libero accesso alle spiagge, oggi mostra le sue prime crepe. Il blitz di questa mattina ha permesso di aprire i primi due varchi ai lati del piazzale dei Ravennati: abbattuto un muretto di cinta e rimosso un cancello chiuso. Il tutto sotto gli occhi vigili del gabinetto del Sindaco, dei tecnici del X Municipio, della polizia di Roma Capitale e della polizia di Stato.
Esulta il sindaco Marino, che sul suo profilo Facebook scrive: “stamattina alle 5 abbiamo aperto i due varchi del pontile di Ostia per consentire il libero accesso al mare. E’ un lavoro straordinario che andrà avanti nel prossimi giorni e per cui voglio ringraziare vigili, Polizia, X Municipio e tutti coloro che lo hanno reso possibile. Ora al lavoro per la messa in sicurezza del passaggio che finalmente restituisce ai romani il mare di Roma”. “E’ una giornata storica per il nostro territorio – dice Andrea Tassone, presidente del X Municipio – dopo 24 anni torniamo a restituire un diritto ai cittadini, la libera e gratuita accessibilità al mare”. Il capogruppo del Pd in Consiglio Comunale, Francesco D’Ausilio, rilancia: “Positiva la riapertura dei due varchi. Affinché non si riveli una scelta solo simbolica, ora l’Amministrazione restituisca alla Capitale una passeggiata lungo il mare lanciando un progetto di respiro turistico e internazionale”.

Ma c’è ancora da lavorare. L’autorità marittima – ricorda Tassone – ha fissato in 12 i varchi di accesso al mare. Comune e Municipio sono determinati ad aprirli, uno dopo l’altro, tutti. Anche i Radicali – che sullo stato del lungomare mesi fa avevano presentato un esposto alla Procura della Repubblica – sono dello stesso parere. “Questa prima breccia – commenta il segretario romano, Paolo Izzo – riconferma l’urgenza immediata di garantire il libero e gratuito accesso e transito alle spiagge a tutti i cittadini da ogni passaggio, compresi quelli delle concessioni. Vanno quindi riaperti subito, e prima ancora di discutere sul nuovo Piano utilizzo arenili (Pua), anche altri varchi pubblici, almeno a partire da quei 5 punti di accesso alla spiaggia previsti dal Pua del 2005, tuttora vigente, ma non attuato”. Non solo. “Si deve continuare a sorvegliare – ricorda Izzo – affinché gli stabilimenti rispettino l’ordinanza del sindaco Marino che prevede il libero transito dei cittadini per l’accesso alla battigia”.

Articolo di Alfonso Vannaroni per RomaReport

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...