UNIONI CIVILI – IZZO (RADICALI): “ROMA FUORI DALL’OMBRA DEL CUPOLONE ALLA LUCE DI UN’ALTRA EUROPA POSSIBILE”

guzzantipizzarroDichiarazione di Paolo Izzo (Partito Radicale), già Segretario di Radicali Roma

«Finalmente anche Roma può smettere di essere la città eterna delle disunioni incivili e delle scelte negate. Dopo quasi un decennio di battaglie dei Radicali per l’istituzione di un registro delle coppie di fatto nella Capitale, con decine di migliaia di firme di cittadini romani raccolte, l’approvazione oggi in Campidoglio della delibera consiliare sulle unioni civili è un grande segno di civiltà, nonché di opposizione a quegli integralismi che ancora vorrebbero impedire ai cittadini il pieno godimento delle loro scelte.
Nel 2007 fu la “coppia di fatto” Walter Veltroni-Tarcisio Bertone a escludere la Capitale anche solo da un dibattito sul tema: un diktat che si trascinò fino a un anno esatto fa, quando alla sola notizia che le commissioni competenti di Roma Capitale avevano espresso parere favorevole alla delibera giunta al voto soltanto oggi, una pesante nota del Vicariato di Roma aveva cercato di ricacciarla nuovamente nei cassetti dell’indifferenza, lasciando che i romani fossero tra i pochi a non poter accedere a un diritto di cui buona parte degli altri cittadini europei può usufruire.
La libera espressione della affettività e delle relazioni umane, conquistata oggi, insieme all’altra recente vittoria in tema di libertà di scelta, con l’istituzione del registro dei testamenti biologici del luglio scorso, affranca Roma dal cono d’ombra del Cupolone e le mostra la luce di un’altra Europa possibile».

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...