Agenzia Dire – OSTIA. IZZO (RADICALI): RUSPE ATTO DOVUTO

(DIRE) Roma, 15 apr. – “L’arrivo delle ruspe a Ostia è un atto dovuto da parte di istituzioni che, con omertosa connivenza, hanno consentito una sedimentazione vera e propria di lungomuri che rendono l’accesso libero e la visibilita’ del mare di Roma un antico gioco medievale di percorso a ostacoli e a pagamento per cittadini e turisti”. Lo dice Paolo Izzo, esponente del Partito radicale nel corso della trasmissione di questa mattina “Roma Ore 10” (a cura di Francesco Vergovich), sull’emittenza romana Tele Radio Piu’ (90.7FM). “Sono passati 23 anni dall’ultima volta che si sono viste le ruspe al mare di Roma, quando fu Marco Pannella, allora presidente della circoscrizione del litorale romano, ad attivarle contro le strutture abusive che iniziavano o continuavano la loro opera illegale di impossessamento del mare della capitale- spiega Izzo- e oggi i Radicali Roma che, con l’azione sul territorio ma anche con esposti alla procura e ricorsi alla Commissione europea, hanno contribuito a far arrivare i cittadini romani a questi primi risultati, hanno messo a disposizione del sindaco Marino, dell’assessore Sabella e del Commissario straordinario Esposito (che pure e’ stato presente in trasmissione) tutte le planimetrie delle 67 concessioni oggetto dell’azione del Comune di Roma per le dovute verifiche”. L’esponente del Partito radicale conclude spiegando come “il riequilibrio tra spiagge libere e in concessione, il libero e gratuito accesso al mare anche per fare un semplice bagno, 365 giorni all’anno e h24, la fruibilita’ del litorale anche da parte dei disabili, fino alla revoca delle concessioni e a una nuova assegnazione con bando di gara di pubblica evidenza, sono tutti strumenti di cui l’Amministrazione gia’ disporrebbe, in quanto sono leggi dello Stato o direttive europee preesistenti rispetto a chi ne ha fatto finora scempio, costringendo romani e turisti a vedere il mare della capitale dal buco della serratura”.

(Dire) 15:27 15-04-15 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...