ROMA / MARCIA PER LA VITA – IZZO (RADICALI): «PRE-LIFE E POST-LIFE CHE SFILANO CONTRO DONNE E LAICITA’»

embryo«Anche quest’anno sono scesi in piazza 40mila pre-life e post-life, quelli cioè che s’interessano della vita umana principalmente prima che cominci o quando sta per finire. Pur chiamandola “Marcia per la vita”, in realtà la loro manifestazione ha lo scopo di criminalizzare le donne che abortiscono, da quando la legge n. 194/1978 glielo consente, senza più dover ricorrere a “mammane” e “cucchiai d’oro”, ma anche chi vorrebbe decidere della propria morte senza dover ricorrere alla mala e diffusa pratica della eutanasia clandestina». Lo ha dichiarato lo scrittore Radicale Paolo Izzo.

«Le squadre della buoncostume culturale – ha proseguito Izzo – intruppate in uno schieramento che vede tra le sua fila promotori porporati eccellenti, ma anche ex fascisti, hanno nuovamente detto alle donne che sono delle “assassine” e allo Stato italiano che è complice di omicidio. Lo hanno gridato contro la legge, contro la scienza, contro la logica, contro ogni umanità».

«Una nera marcia di white bloc, benedetta dall’alto di un Regina coeli papale – ha concluso Izzo – si è dunque snodata nelle strade della Capitale e le nostre massime istituzioni l’hanno guardata sfilare. Oggi per la laicità della Capitale e del Paese è stato un giorno oscurantista e medievale, anche se nel Medioevo molto difficilmente avrebbero capito cosa si possa intendere per “sì alla vita umana innocente dal concepimento fino alla morte naturale”».

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...