Omniroma – OSTIA, TURCO-IZZO (RADICALI): OGGI DIBATTITO PUBBLICO SU LUNGOMURO

arcobaleno d'oltremuro(OMNIROMA) Roma, 11 LUG – “Sono ancora tanti i mattoni che vanno sfilati e i nodi da dipanare, affinché si possa dire che, nel lungomuro di cemento e illegalità di Ostia, si è aperto qualcosa di più di semplici brecce”. Lo hanno dichiarato l’avvocato Maria Laura Turco e lo scrittore Paolo Izzo, Radicali, nell’annunciare in una nota il dibattito pubblico che condurranno oggi a Ostia, dalle ore 17.45, presso l’Hostel Litus (Lungomare Toscanelli 186), con il titolo “Beni comuni: il demanio marittimo e la nuova Legge regionale“.
“La possibilità che, una volta che sia veramente garantito il libero accesso alla battigia – proseguono – essa possa essere utilizzata anche per sostare o per lasciarvi un asciugamani, prima e dopo aver fatto il bagno; la effettiva fruibilità del litorale da parte delle persone disabili; l’immediata revoca delle concessioni in applicazione diretta della direttiva europea Bolkestein; il diritto alla conoscenza dei cittadini su quelle che sono le leggi nazionali e sovranazionali già esistenti o le leggi nuove, come quella regionale sulle spiagge, appena approvata dalla giunta Zingaretti, ma che già mostra delle criticità e deve essere supportata da strumenti che la rendano effettivamente operante, per non farla chiudere in un cassetto, come già avvenuto al Piano Utilizzo Arenili del 2005: saranno questi solo alcuni dei temi che affronteremo nell’incontro di oggi”.
“L’ideazione del convegno – concludono i due Radicali – che abbiamo organizzato insieme alla associazione Mare Libero e alla web tv Liberi.tv, nasce proprio dall’esigenza di tenere viva e vitale l’attenzione dei cittadini sulla svolta epocale che, dopo almeno trent’anni di illegalità, potrebbe arrivare come un’onda benefica sul litorale di Roma, nonché di contribuire a rifornire le istituzioni di quegli strumenti giuridici, di conoscenza e di informazione di cui hanno sicuramente bisogno per proseguire il loro lavoro al fine di riaffermare che il mare e la spiaggia sono beni comuni e che fare un bagno ovunque, liberamente, a qualsiasi ora del giorno e della notte, è un diritto inalienabile”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...